Convegno: Melzi, Treccani, Wikipedia. L'enciclopedismo tra Brescia e il web

Convegno: Melzi, Treccani, Wikipedia. L’enciclopedismo tra Brescia e il web

La Fondazione Musil, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Nord 1, organizza il convegno: “Melzi, Treccani, Wikipedia. L’enciclopedismo tra Brescia e il web“, che si terrà lunedì 13 maggio, dalle 16:30 alle 19:00, presso l’Auditorium della Scuola Secondaria I°G “F.Lana”, in Via Zadei n.76, a Brescia.

PROGRAMMA

16.15 registrazioni e accoglienza
16.30 saluti di Ersilia Conte, dirigente scolastica ICN1 e di Pier Paolo Poggio, direttore della Fondazione musil
16.40 Domenico Proietti, professore associato di Linguistica Italiana dell’Università degli Studi della Campania: Da San Bartolomeo all’Europa: Melzi, “il Melzi” e la storia del dizionario enciclopedico
17.10 Tommaso Baldo, storico e collaboratore della Fondazione Museo Storico Trentino: La divulgazione storica su wikipedia, funzionamento e limiti
17.40 Andrea Prandstraller, regista cinematografico, televisivo e sceneggiatore, presenta e introduce il documentario Treccani e Gentile: nascita di un’enciclopedia, curato da Andrea Treccani e Andrea Prandstraller – Cinecittà Luce. Segue proiezione del documentario
18.45 Domande dal pubblico
Alla fine dell’incontro si rilascerà ai docenti partecipanti un attestato di partecipazione.

Il convegno è offerto dalla Fondazione Musil, nell’ambito del progetto “San Bartolomeo: un giacimento a cielo aperto”, come momento di formazione e riflessione sul ruolo dell’enciclopedia nella didattica di oggi, presentando due figure bresciane, che hanno avuto un ruolo fondamentale nella creazione di enciclopedie note a livello internazionale. Quale è la loro eredità e quale è l’approccio didattico e pedagogico con cui oggi si richiede agli studenti fin da piccoli di capire e appassionarsi alle ricerche utilizzando gli strumenti enciclopedici digitali e cartacei.

Articolo realizzato a cura di Redazione Cultura

Convegno: Melzi, Treccani, Wikipedia. L'enciclopedismo tra Brescia e il web