"La secretissima camera de lo core". A Matera l'installazione multisensoriale

“La secretissima camera de lo core”. A Matera l’installazione multisensoriale

Matera, Capitale europea della Cultura 2019, accoglie i visitatori considerandoli “abitanti in transito” e li invita ad esplorare le emozioni che i luoghi della città suscitano, educando i turisti alla bellezza, con un modello lontano dal turismo di massa..
A partire da Sabato 23 Marzo 2019 l’installazione multisensoriale “La secretissima camera de lo core” permetterà ai viaggiatori di incontrare e dialogare con la città, espandendo l’esperienza di viaggio: segreti, memorie e emozioni compongono una “realtà aumentata” di Matera, cui contribuiscono e attingono sia i visitatori che gli stessi abitanti.

Il progetto, ideato dall’Associazione Teatro dei Sassi e coprodotto dalla Fondazione Matera – Basilicata 2019, ha coinvolto quasi 400 materani mettendo a disposizione una piantina della città su cui indicare luoghi significativi per le loro vite.
Giovani narratori della Scuola Holden di Alessandro Baricco, l’artista visivo Stefano Faravelli e la danzatrice-coreografa Heike Hennig hanno poi rielaborato sotto diverse forme d’arte queste storie, allestite dallo scenografo Paolo Baroni all’interno di Palazzo dell’Annunziata (Piazza Vittorio Veneto, 1).

L’obiettivo è guidare i turisti nell’esplorazione delle bellezze della città attraverso gli occhi dalle persone che vivono questi splendidi luoghi. Tornati a casa, i visitatori potranno raccontare l’esperienza di viaggio e condividerla, attraverso il sito matera-emozioni.it, con tutti gli altri viaggiatori emozionali.

"La secretissima camera de lo core". A Matera l'installazione multisensoriale
Annunci