Bookcity Milano 2018 inaugura con Jonathan Coe intervistato da Barbara Stefanelli

Bookcity Milano 2018 inaugura con Jonathan Coe intervistato da Barbara Stefanelli

Giovedì 15 novembre, alle ore 20.30, al Teatro Dal Verme inaugura Bookcity Milano 2018 con Jonathan Coe intervistato da Barbara Stefanelli.

“Jonathan Coe e il futuro che non ci aspettavamo” – Una porta d’accesso per portarci a comprendere, con il sorriso, il mondo in cui viviamo: nazionalismo, austerità, giochi olimpici, politicamente corretto, Brexit, famiglie in crisi e identità politiche. In un continuo salto fra la sfera pubblica e l’intimità del privato, la satira e la lucidità critica di Jonathan Coe ci racconteranno l’ultimo decennio del Regno Unito, sospeso tra rabbia e delusione, confusione e nostalgia.

La serata inaugurale sarà arricchita da una introduzione musicale di Paolo Jannacci e dalla proiezione di un video omaggio a Inge Feltrinelli.
Al termine dell’incontro seguirà un aperitivo. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

BookCity Milano si conferma la grande festa partecipata dei libri, degli autori, dei lettori e dell’editoria con oltre 1300 eventi che per 4 giorni invadono tutta la città (senza contare gli eventi dedicati al sociale e quelli che coinvolgono decine di migliaia di studenti nelle scuole e nei licei).

Tra i progetti speciali già presenti nella passate edizioni e che inizieranno già il 15 novembre:

BookCity Young
Le biblioteche di pubblica lettura di Milano e della città metropolitana partecipano all’appuntamento con BookCity Milano rinnovando il proprio interesse verso i più giovani.
Per loro hanno costruito un calendario di attività fatto di incontri con gli autori, laboratori, letture ad alta voce, sperimentazioni musicali e giochi.
Tutti gli eventi sono pensati per coinvolgere i bambini e i ragazzi in una partecipazione attiva, per sperimentare insieme, discutere, mettere alla prova le proprie capacità, scoprire, conoscersi e raccontare.

BookCity Università
Sette Università, sei Accademie, due reti interuniversitarie, un campus interuniversitario insieme per offrire un palinsesto a più voci che legge passato e presente attraverso molteplici linguaggi. Ecco la proposta di BookCity Università, interpretata da docenti, associazioni di studenti, editori, librerie e biblioteche universitarie per attraversare Milano, che testimonia la vitalità di una città universitaria di oltre 230.000 studenti, di cui quasi il 20% stranieri, provenienti da tutto il mondo. Il filobus 90/91 unisce diverse sedi universitarie, residenze, biblioteche. Mostre, incontri, letture, spettacoli, video e film formano un palinsesto di oltre 160 iniziative.

BookCity Scuole
Da cinque anni, ormai, BookCity invade pacificamente le scuole di Milano e della Città metropolitana con progetti e attività di promozione della lettura e dei mestieri del libro, mettendo in comunicazione due mondi – scuola e editoria – che, in maniera diversa ma con lo stesso obiettivo, contribuiscono a rendere i ragazzi cittadini più consapevoli. In questa edizione sono 200 i progetti per le scuole di ogni ordine e grado, oltre 90 i promotori, circa 1400 le classi coinvolte dalle scuole di Milano e Città metropolitana.
E quest’anno BCS ha un alleato in più: grazie a Fondazione Cariplo, infatti, è stato possibile realizzare il progetto Scuole senza frontiere. Buone pratiche da BookCity, che mira a far crescere la cabina di regia della manifestazione e a coinvolgere maggiormente le scuole di tutti i quartieri.

BookCity per il sociale
Sempre più ricca la proposta di incontri, eventi e spettacoli negli ospedali milanesi, nelle carceri di Bollate, Opera, San Vittore e Beccaria, nelle Case delle Associazioni e del Volontariato, nelle biblioteche comunali e condominiali, nella Casa di Accoglienza Enzo Jannacci e nelle sedi di BookCity.

Accanto ai numerosissimi appuntamenti ospitati nei più bei luoghi di Milano, conosciuti o da scoprire, #BCM18 propone occasioni alternative per scoprire la città.

“Racconti di Milano città industriale”
Le parole e le immagini della Fondazione Pirelli raccontano Milano, metropoli contemporanea che conserva nei luoghi e nella memoria le tracce dell’identità di città industriale, testimonianza del suo continuo processo di trasformazione sociale ed economica.
Appuntamento all’Headquarters Pirelli, Auditorium, giovedì 15 novembre, ore 19.00.

“Il giro di Milano in 90/91 minuti”
7 corse straordinarie per festeggiare gli 85 anni di vita del filobus a bordo dello storico “Viberti”. Durante la corsa potrà capitare di condividere la strada con Daria Bignardi, Gianni Biondillo, Jean Blanchard, Massimo Bricocoli, Annarita Briganti, Vania Castelfranchi, Duccio Demetrio, Danilo Di Biaso, Elasti, Andrea Fazioli, Vivianne Lamarque, Luigi Lo Cascio, Oliviero Ponte di Pino, Massimo Rebotti, Alberto Rollo, Marco Rossari, Andrée Ruth Shammah, Zelda, Cino Zucchi, che racconteranno e leggeranno la “loro” Milano.
Progetto in collaborazione con ATM. (venerdì 17 – sabato 18 novembre)

“Milano legge Milano”
Un invito rivolto a tutti i milanesi per celebrare la memoria e l’identità della città con la lettura pubblica del suo patrimonio letterario. Utilizzando la Mappa Letteraria Milano, che contiene citazioni da opere di narrativa e poesia di tutte le epoche, geolocalizzate in un luogo preciso individuato grazie a riferimenti espliciti contenuti nel testo, gruppi di lettori volontari daranno vita a una performance di lettura ad alta voce.
Progetto realizzato in collaborazione con Lacittàintorno di Fondazione Cariplo.
(sabato 17 novembre, ore 12)

“Fuori dal finestrino”
Durante BookCity anche le strade si trasformano in racconti, e i taxi in vere e proprie guide turistiche itineranti. Prenota il taxi con l’App #mytaxi e trasforma il tuo viaggio in un’occasione per scoprire i luoghi legati alla Milano del libro, città creativa UNESCO per la Letteratura.
Progetto in collaborazione con MyTaxi
(dal 15 al 18 novembre)

Tra parole ed arte: una passeggiata tra scrittori, poeti e scultori al Cimitero Monumentale
Un percorso tra letteratura ed arte attraverso le tombe di alcuni dei più significativi scrittori e poeti, accompagnati dalla lettura di alcuni loro brani.
(18 novembre)

“L’alfabeto dell’ascolto. BookCity nelle case”
Leggere è lasciare fuori rumori, affanni, chiacchiere inutili. Leggere è lasciare entrare dentro un’altra voce, parole e storie impreviste. Leggere è fare silenzio, è ritrovare l’alfabeto dell’ascolto. Nei luoghi più intimi e privati, BookCity azzera le distanze tra “dentro” e “fuori”, cercando e ritrovando il senso di parole abusate, perse, vuote.
Scopri il programma delle letture nelle case e come partecipare su www.bookcitymilano.it/bookcity-nelle-case
(dal 15 al 18 novembre)

https://www.bookcitymilano.it/