"L’Assenza", installazione sonora di Nicola Amato

“L’Assenza”, installazione sonora di Nicola Amato

John Cage insegna che la musica è continua e che solo l’ascolto è intermittente.
Il sound artist e incisore Nicola Amato sembra partire proprio da questo presupposto: se la musica è potenzialmente ovunque perché non esiste un luogo che non generi suoni, è possibile trasformare le sinfonie incompiute nelle quali siamo costantemente immersi in paesaggi sonori vibranti e diffusi.
In occasione dell’inaugurazione della mostra “Le strade secondarie” (sabato 14 luglio 2018, alle ore 19:00) a cura di Laura Fattorini, Nicola Amato si confronta con lo spazio e con le opere d’arte esposte presentando l’installazione sonora “L’Assenza”.

Come in un fermo immagine, “L’Assenza” è un’attesa “senza l’impressione di perdere tempo”. È la sospensione del tutto; è trattenere il fiato per ascoltare come respirano i muri. Nicola Amato invita così a un dialogo composto d’ascolti, perché i rumori del luogo e della gente catturati divengono musiche. Un microfono aperto, infatti, registra le risonanze dell’Ex Chiesa di San Pietro in Atrio e le interazioni con il pubblico, creando un feedback che si mischia ad altri suoni. E allora la restituzione sonora diviene spaziale, materica e dislocata dal suo tempo.

“Un ibrido tra musica concreta e sound art per indagare il concetto del silenzio e dell’ascolto: la ricerca di suoni nascosti in un “silenzio mormorante”, un pulviscolo sonoro relegato ai minimi livelli percettivi che giunge alla consapevolezza di chi ascolta solo quando quest’ultimo si avvicina o quando finisce l’impulso sonoro. I suoni proposti derivano dalla manipolazione di registrazioni ambientali, white noise e tracce di chitarra che vengono percepite non più come note ma come eventi sonori. Il silenzio viene così squarciato da un suono inteso come segno, come materia che attraversa uno spazio, lo satura per essere poi assorbito dallo stesso. Altre frequenze creeranno un gioco percettivo dato dai binaural beats: un fenomeno secondo il quale il cervello di un individuo, ascoltando due frequenze a un dato intervallo, genera e percepisce una terza frequenza che in realtà non viene emessa, è assente”.
Nicola Amato

L’Assenza è uno spettacolo teatrale della rassegna “Tracce D Contemporaneo” del Teatro degli Atti di Rimini; è una produzione Fc@pin.d’oc, in collaborazione con Agar e con il contributo di Mibact e Regione Sicilia. Nicola Amato ne ha ideato la sonorizzazione insieme alla danzatrice contemporanea Paola Bianchi, con lo scrittore Ivan Fantini e con lo scultore Paolo Migliazza.

Nicola Amato
Sound artist e incisore, nato nell’ottobre del 1988 ad Augusta (Siracusa), si laurea in Graphic Design a Catania e in Grafica d’Arte a Bologna, dove vive e lavora. Porta avanti una ricerca legata alla concezione di suono come segno, come materia che attraversa lo spazio, lo satura per essere poi assorbito dallo stesso. Realizza site-specific e installazioni utilizzando generalmente lastre metalliche, carte, ruggine, terra e cemento.

sabato 14 luglio 2018, ore 19.00
“L’Assenza”, installazione sonora di Nicola Amato

a cura di Laura Fattorini
Ex Chiesa di San Pietro in Atrio
via Odescalchi 3
22100 Como

"L’Assenza", installazione sonora di Nicola Amato