Mahmoud Alkurd. We Breathe Freedom - Free Gaza! Free Palestine!

Mahmoud Alkurd. We Breathe Freedom – Free Gaza! Free Palestine!

Mahmoud Alkurd ha iniziato la sua attività nel 2013 ed è considerato uno dei fotografi artistici e concettuali più influenti oggi.
E’ nato e cresciuto a Gaza, si è laureato in Letteratura inglese.
Mosso dalla passione, ha imparato da solo le tecniche fotografiche cercando di interpretare i suoi soggetti in modi inusuali ed innovativi, permettendone una lettura diversa dai soliti clichè e consentendogli di proporre temi spesso sottoposti a censure e divieti.
Come il suo ultimo progetto “We Breathe Freedom”, una serie di opere fotografiche nate dopo 51 giorni di guerra, 51 giorni di violenza criminale che Israele ha imposto a tutti i cittadini di Gaza, donne e bambini compresi nel corso di una delle tante offensive militari scatenate sempre con la scusa di “difendere il diritto dello stato israeliano”.

Con l’Operazione Margine di Protezione del 2014, le vittime a Gaza furono tra le 2. 125 e 2. 310, tra cui 495–578 bambini, (non si conosce il numero delle vittime donne) e 11. 100 vennero feriti. 66 soldati israeliani, 5 civili (tra cui un bambino) e un cittadino tailandese sono stati uccisi, e 469 soldati e 256 civili israeliani vennero feriti. Il ministro della salute di Gaza, le Nazioni Unite ed alcuni gruppi umanitari riportano un 69–75% di civili tra le vittime palestinesi; ufficiali dell’esercito israeliano attestano questa percentuale al 50%. ufficiali israeliani hanno stimato che i morti civili sono circa il 50%. Il 5 agosto l’OCHA ha dichiarato che 520. 000 palestinesi nella Striscia di Gaza (circa il 30% della popolazione) potrebbero essere fuggiti, 485. 000 di loro necessitano di cibo di emergenza e 273, 000 hanno trovato rifugio in 90 scuole gestite dalle Nazioni Unite. Circa 17. 200 case sono state totalmente distrutte o seriamente danneggiate a Gaza, e 37. 650 hanno danni tali da renderle inabitabili. In Israele dai 5:000 agli 8:000 cittadini hanno lasciato le loro abitazioni a causa della minaccia degli attacchi missilistici e di mortaio.

Per non dimenticare i crimini di guerra commessi dagli israeliani, Mahmoud Alkurd lancia un grido di pace e di speranza.

Foto di Mahmoud Alkurd:
https: / / www.facebook.com / MahmoudElkourd /

Annunci